Introduzione alla Liturgia di Martedì 13 Giugno 2017

Carissimi fratelli e sorelle in Gesù e Maria,

Oggi partecipiamo alla Santa Messa insieme a Sant'Antonio da Padova, francescano del tempo di San Francesco.

Nacque a Lisbona nel 1195 e salí in cielo il 13 Giugno 1231 a soli 36 anni.

Nella sua vita, breve ma veramente intensa, impersonò perfettamente la parola di Gesù che S. Matteo ci ha lasciato nel Vangelo odierno:

 

Voi siete il sale della terra, Voi siete la luce del mondo.

 

Devotissimo della Beata Vergine Maria, fu uno strenuo sostenitore del Dogma dell'assunzione anima e corpo di Maria in cielo.

 

Solo chi si consacra al Santissimo Cuore di Maria dimostra a Dio la sua profonda umiltá, e Maria lo aiuta, lo protegge e lo guida nel fare perfettissimamente la volontà del Padre Nostro che è nei cieli così come è successo a Sant'Antonio, a San Massimiliano Kolbe ed a molti altri.

 

I primi 25 anni li passa in una profonda preparazione teologica e filosofica. Amante della verità e della purezza evangelica, rifugge le brame di potere ricercando il martirio per amore di Gesù. Ma non é questo che Dio vuole da lui. Piega la sua volontá, svuotando se stesso e lasciandosi trasportare dalla Divina Provvidenza.

 

I successivi 10 anni sono un'esplosione di attivitá di ogni tipo dimostrando con fede, coraggio e perseveranza di essere sale della terra e la luce del mondo

 

Il Signore Dio Nostro fa nascere le vocazioni inviando lo Spirito Santo, come é avvenuto per Santa Elisabetta, così per Sant'Antonio, poi invia Nostra Signora per confermare la vocazione.
Se apriamo le porte del nostro cuore a Maria, verremo colmati di Spirito Santo e di Santa Gioia, e la vocazione cresce. Cresce perché Maria é con noi, e con Lei c'è sempre Suo Figlio Gesù, Nostro Signore.
 

Intercessioni

Chiediamo umilmente a Sant'Antonio la sua intercessione per i poveri e per gli affamati di tutto il mondo ed a noi di aprirci allo spirito di obbedienza, castitá e povertá.

 

Vorrei indicarvi che nel nostro sito trovate queste introduzioni e link utili per l'approfondimento.

Colletta
Dio onnipotente ed eterno, 
che in sant’Antonio di Padova, 
hai dato al tuo popolo un insigne predicatore 
e un patrono dei poveri e dei sofferenti, 
fa’ che per sua intercessione 
seguiamo gli insegnamenti del Vangelo 
e sperimentiamo nella prova 
il soccorso della tua misericordia. 
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

PRIMA LETTURA (2Cor 1,18-22)
Gesù Cristo non fu sì e no, ma in lui vi fu il sì.

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Fratelli, Dio è testimone che la nostra parola verso di voi non è «sì» e «no». Il Figlio di Dio, Gesù Cristo, che abbiamo annunciato tra voi, io, Silvano e Timòteo, non fu «sì» e «no», ma in lui vi fu il «sì». 
Infatti tutte le promesse di Dio in lui sono «sì». Per questo attraverso di lui sale a Dio il nostro «Amen» per la sua gloria. 
È Dio stesso che ci conferma, insieme a voi, in Cristo e ci ha conferito l’unzione, ci ha impresso il sigillo e ci ha dato la caparra dello Spirito nei nostri cuori.

Parola di Dio

VANGELO (Mt 5,13-16) 
Voi siete la luce del mondo. 

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 
«Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».

Parola del Signore


Letture prese dalla Liturgia di oggi nel sito lachiesa.it

Link utili per approfondimenti