· 

Introduzione alla Liturgia di Giovedì 19 Ottobre 2017

Carissimi fratelli e sorelle in Gesù,
Oggi ricorre la festa di San Paolo della Croce, sacerdote e fondatore dei Passionisti, vissuto in un periodo in cui la fede era relegata alla presenza più che alla sostanza, all'apparenza più che alla sacralità, tutti fanno così ma dimentichi del sacrificio della Croce, generazione impenitente e stolta, lui, Paolo Francesco Danei, di nobili origini, fu uomo che seppe andare contro-corrente.
La stessa pigrizia spirituale e la mancanza di disciplina nei costumi che ha incontrato San Paolo della Croce vengono riportate con enfasi diverse anche dalle letture di oggi, sia nel Vecchio Testamento che nel Vangelo.
Dobbiamo domandarci:
Come siamo noi?
Abbiamo il coraggio di andare controcorrente, di essere cristiani fino in fondo, o badiamo alle apparenze?
Seguiamo veramente Gesù sul Calvario e ai piedi della Santa Croce?
Ci assimiliamo alla massa descritta da Gesù, dimentica di Dio e che perseguita i Santi o facciamo parte dei Santi?
Dio ci ama, ci ama conoscendo le nostre debolezze, ci ama così tanto da aver mandato il Suo Figlio Unigenito. Ci ama come solo Lui può fare, ma questo amore vuole essere corrisposto e vuole da noi un serio impegno ad amare come Gesù ci ha insegnato.

Intercessioni e commemorazioni

Per intercessione di San Paolo della Croce preghiamo per avere il coraggio di essere cristiani veri e non solo simpatizzanti.

Preghiamo per i martiri della Fede in ogni parte del Mondo, fra cui la Chiesa in Congo, in Nigeria, in Venezuela, in Terra Santa, in Togo, in Europa.

Preghiamo per avere nuove Sante Vocazioni per la messe del Signore.

Preghiamo per i nostri defunti, per le nostre famiglie, per le anime del Purgatorio.

Preghiamo anche per chi ha deciso di intraprendere il santo cammino e per chi è maggiormente tentato.

Colletta

Ci preceda e ci accompagni sempre la tua grazia,  
Signore,  
perché, sorretti dal tuo paterno aiuto,  
non ci stanchiamo mai di operare il bene.

 

Per il nostro Signore Gesù Cristo...


Prima Lettura

(Rm 3,21-30)
L’uomo è giustificato per la fede, indipendentemente dalle opere della Legge.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, ora, indipendentemente dalla Legge, si è manifestata la giustizia di Dio, testimoniata dalla Legge e dai Profeti: giustizia di Dio per mezzo della fede in Gesù Cristo, per tutti quelli che credono. Infatti non c’è differenza, perché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, per mezzo della redenzione che è in Cristo Gesù. 
È lui che Dio ha stabilito apertamente come strumento di espiazione, per mezzo della fede, nel suo sangue, a manifestazione della sua giustizia per la remissione dei peccati passati mediante la clemenza di Dio, al fine di manifestare la sua giustizia nel tempo presente, così da risultare lui giusto e rendere giusto colui che si basa sulla fede in Gesù.
Dove dunque sta il vanto? È stato escluso! Da quale legge? Da quella delle opere? No, ma dalla legge della fede. Noi riteniamo infatti che l’uomo è giustificato per la fede, indipendentemente dalle opere della Legge. 
Forse Dio è Dio soltanto dei Giudei? Non lo è anche delle genti? Certo, anche delle genti! Poiché unico è Dio.


Parola di Dio

Salmo Responsoriale

(Sal 129)
Rit: Con il Signore è la misericordia e grande è con lui la redenzione.

Dal profondo a te grido, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti
alla voce della mia supplica.

Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi ti può resistere?
Ma con te è il perdono:
così avremo il tuo timore.

Io spero, Signore.
Spera l’anima mia,
attendo la sua parola.
L’anima mia è rivolta al Signore
più che le sentinelle all’aurora.

Canto al Vangelo

(Gv 14,6) 
Alleluia, alleluia.
Io sono la via, la verità e la vita, dice il Signore.
Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.
Alleluia.

Vangelo

(Lc 11,47-54) 
Sarà chiesto conto del sangue di tutti i profeti: dal sangue di Abele fino al sangue di Zaccarìa. 

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, il Signore disse: «Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi. Così voi testimoniate e approvate le opere dei vostri padri: essi li uccisero e voi costruite. 
Per questo la sapienza di Dio ha detto: “Manderò loro profeti e apostoli ed essi li uccideranno e perseguiteranno”, perché a questa generazione sia chiesto conto del sangue di tutti i profeti, versato fin dall’inizio del mondo: dal sangue di Abele fino al sangue di Zaccarìa, che fu ucciso tra l’altare e il santuario. Sì, io vi dico, ne sarà chiesto conto a questa generazione. 
Guai a voi, dottori della Legge, che avete portato via la chiave della conoscenza; voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare voi l’avete impedito».
Quando fu uscito di là, gli scribi e i farisei cominciarono a trattarlo in modo ostile e a farlo parlare su molti argomenti, tendendogli insidie, per sorprenderlo in qualche parola uscita dalla sua stessa bocca.

 

Parola del Signore

Testi delle letture presi da www.lachiesa.it/liturgia

Approfondimenti

San Paolo della Croce, Sacerdote e fondatore dei Passionisti

Fides News - Italian

VATICANO - L’esortazione del Card. Filoni ai Vescovi di Saurimo: “siate uniti e solidali” (lun, 12 nov 2018)
>> leggi di più

NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA - Mobilità umana e migrazione: una sfida per i cristiani di oggi (Mon, 12 Nov 2018)
>> leggi di più

AFRICA/NIGERIA - Liberati grazie all’intervento della polizia i 4 sacerdoti rapiti nel sud della Nigeria (Mon, 12 Nov 2018)
>> leggi di più

AMERICA/STATI UNITI - Sempre più difficile la situazione dei migranti: l’aiuto di un sacerdote redentorista di 84 anni (Mon, 12 Nov 2018)
>> leggi di più

ASIA/SRI LANKA - Un prete: “La nazione ha bisogno di una democrazia forte e stabile” (Mon, 12 Nov 2018)
>> leggi di più

VATICANO - Il Card. Filoni in Angola chiama sacerdoti e religiosi a rinnovarsi per “una Chiesa dove risuoni la gioia del Vangelo” (Mon, 12 Nov 2018)
>> leggi di più

AFRICA/NIGERIA - Quattro sacerdoti rapiti nello stato del Delta (Sat, 10 Nov 2018)
>> leggi di più

AMERICA/ARGENTINA - Caritas: è drammatica la situazione dei malati che non possono accedere ai farmaci (Sat, 10 Nov 2018)
>> leggi di più

ASIA/TERRASANTA - Mons. Pizzaballa: “A Gaza non si perde la speranza” (Sat, 10 Nov 2018)
>> leggi di più

ASIA/INDIA - Dieci anni dopo i massacri anticristiani in Orissa: resta l’impunità ma anche “una profonda testimonianza di fede” (Sat, 10 Nov 2018)
>> leggi di più